5.2. Variabili di ambiente

Le variabili di ambiente sono usate per fornire informazioni ai programmi che si utilizzano. Si possono avere sia variabili globali di ambiente sia variabili locali di shell. Le variabili globali di ambiente sono inizializzate attraverso la propria shell di login e i nuovi programmi e le nuove shell ereditano l'ambiente della shell genitore. Le variabili locali di shell sono usate solamente dalla shell corrente e non sono passate ad altri processi. Un processo figlio non può passare una variabile al suo processo padre.

Le variabili di ambiente correnti sono visualizzabili con i comandi env(1) o printenv(1). Alcune comuni variabili sono:

DISPLAYIl display grafico da usare, esempio nyssa:0.0
EDITORIl path (percorso) del proprio editor di default, esempio /usr/bin/vi
GROUPIl proprio gruppo di login, esempio staff
HOMEIl path della propria home directory, esempio /home/frank
HOSTIl nome host del proprio sistema, esempio nyssa
IFSI separatori di campo interni, generalmente alcuni spazi bianchi (tab, spazio e new-line di default)
LOGNAMEIl nome del proprio login, esempio frank
PATHI path per ricercare i comandi, esempio /usr/bin:/usr/ucb:/usr/local/bin
PS1La stringa del prompt primario, solamente shell Bourne ($ di default)
PS2La stringa del prompt secondario, solamente shell Bourne (> di default)
SHELLLa propria shell di login, esempio /usr/bin/csh
TERMIl proprio tipo di terminale, esempio xterm
USERIl proprio username, esempio frank

Molte variabili di ambiente sono inizializzate automaticamente quando si effettua il login. Queste possono essere modificate e si possono definire altre variabili nei propri file di inizializzazione o in qualunque momento all'interno della shell. Alcune variabili che è possibile si voglia cambiare sono PATH e DISPLAY. La variabile PATH specifica le directory nelle quali saranno automaticamente cercati i comandi richiesti. Alcuni esempi sono nello script di inizializzazione di shell mostrato più avanti.

Per la shell C si può settare una variabile globale di ambiente con un comando simile a quello usato per visualizzare le variabili:

% setenv NOME valore

e per la shell Bourne:

$ NOME=valore; export NOME

Si possono elencare le proprie variabili globali di ambiente con i comandi env(1) o printenv(1). Si possono resettare queste variabili con i comandi unsetenv (shell C) o unset (shell Bourne).

Per settare una variabile locale di shell in shell C si usa il comando set con la sintassi seguente. Senza opzioni set mostra tutte le variabili locali.

% set nome=valore

Per la shell Bourne si setta una variabile locale di shell con:

$ nome=valore

Il valore corrente di una variabile è accessibile attraverso le notazioni $nome o ${nome}.

Questo, ed altri documenti, possono essere scaricati da ftp://ftp.FreeBSD.org/pub/FreeBSD/doc/

Per domande su FreeBSD, leggi la documentazione prima di contattare <questions@FreeBSD.org>.

Per domande su questa documentazione, invia una e-mail a <doc@FreeBSD.org>.